In parecchi attendevano una novità dal mondo Nintendo. Era il 20 Ottobre 2016 con uscì la rivoluzionaria Switch. Una console che nella grande sfida tra PlayStation e XBOX si è sempre presa il mercato della miglior alternativa.
Se le due litiganti si scontrano sulle esclusive di alcuni titoli e sulla qualità delle prestazioni, dall’altra parte la casa nipponica che ha da anni le esclusiva sulla propria community propone sempre qualcosa che è totalmente diverso, non il più potente, ma diverso.

Mobile una minaccia concreta

Non si sa per quanto tempo è destinato a durare la battaglia alla prestazione e per quanto tempo si utilizzerà ancora hardware sempre più esoso. Ma alcuni dati parlano chiaro, il mobile è in crescita e con forte probabilità questo dato in casa Nintendo non è mai stato sottovalutato. Non è il solo caso di Switch, ma anche di altri dispositivi del passato, dal primissimo GameBoy in poi.

Infatti si può tranquillamente asserire che Nintendo è una delle pioniere del “video gioco portatile” o perlomeno è la più antica ad averci sempre creduto.

Ma le App Mobile e le community legate ai loro titoli crescono e aumentano. Un connubio tra praticità, giocabilità e ora anche di prestazioni, poichè molti Smartphone hanno raggiunto livelli di qualità alti. Al di la dei canoni e del credo del Gamer, i dati parlano chiaro e sono sempre di più le Case che stanno ricercando titoli nuovi per Mobile e riadattare titoli con una maggior giocabilità.

Nintendo Switch OLED

Sebbene in questi mesi di rumors sul conto della nuova console di casa Nintendo ne abbiano dichiarate tante, l’elenco delle novità è molto ristretto. Se tutti si aspettavano una versione PRO (mai trapelata alcuna notizia ufficiale a riguardo), alla versione originale e LITE (concept fortemente mobile) si unisce la versione OLED Model.

Le differenze sono poche come detto e si riassumono così:

  • Display OLED 7 inch
  • Nuove colorazioni
  • Base con collegamento LAN
  • (Durata Batteria invariata).

Ci si doveva aspettare di più?

Le opinioni sono varie ed ognuno di noi ha ovviamente il proprio punto di vista, il tutto poi alimentato da rumors molto distanti, come prestazioni superiori, 4K ecc…

Se ci si basa su promesse, mai dichiarate è normale rimanere delusi, ma dal momento che si tratta di una versione più aggiornata forse non è necessario prendersela più di tanto. La Nintendo Switch mantiene il suo mercato e stringe saldamente la propria community, ma in un contesto attuale è molto difficile trovare idee innovative che poi possano anche rispecchiarsi su un mercato molto difficile. Cambiare una piattaforma non è solo una questione di scelte su che tipologia di hardware applicare, ma anche fare fronte alla produzione (periodo difficile a livello Globale per l’aumento dei costi di materie prime e della loro difficoltà di reperibilità) ed inoltre ci si deve poi rapportare con i produttori di video giochi che devono poi programmare i propri titolo su una nuova console.

E’ indubbiamente un momento particolare. Il gaming aumenta in ogni fronte, e conseguentemente anche le scelte sono difficili, per il momento non ci resta che accontentarci di un aggiornamento e attendere ad un cambio di generazione più avanti dato che Switch rimane ancora una console unica nel suo genere, perfetta per chi ama giocare in compagnia, ma anche in trasportabilità e con titoli unici legati a Nintendo.

Non ci resta che attendere il costo di lancio, per ora possiamo iscriverci sul sito ufficiale Nintendo per ricevere le informazioni sul lancio e sui costi.

Condividi:

Leave a Reply

Your email address will not be published.